Pro e-volution Safety & Quality di Francesco Pasquariello

  • linkedin
  • facebook
  • youtube
  • twitter
Home » News » Organismi paritetici: quale autorizzazione e' necessaria?
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Organismi paritetici: quale autorizzazione e' necessaria?

Chiarimento del Ministero del Lavoro circa le autorizzazioni ministeriali necessarie per svolgere l'attività di organismo paritetico.

Chiarimento del Ministero del Lavoro circa le autorizzazioni ministeriali necessarie per svolgere l'attività di organismo paritetico.


Pubblichiamo un chiarimento del Ministero del lavoro circa le autorizzazioni ministeriali necessarie per svolgere l'attività di organismo paritetico, tratto dal sito del Ministero - sezione sicurezza lavoro.

Gli organismi paritetici svolgono le attività di cui all'art. 51 del d.lgs. 81/2008 a seguito di apposita autorizzazione ministeriale?
Secondo la definizione fornita dal legislatore stesso all'art. 2, comma 1, lett. ee), del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche o integrazioni, anche noto come "Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro" (di seguito T.U.), gli organismi paritetici sono quegli organismi costituiti da una o più associazioni dei datori e dei prestatori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale per le finalità indicate dalla stessa disposizione.
Tali organismi, istituiti a livello territoriale, svolgono funzioni di orientamento e promozione di iniziative di formazione nei confronti dei lavoratori e rappresentano la prima istanza di riferimento per la risoluzione di controversie sorte circa l'applicazione dei diritti di rappresentanza, informazione e formazione (art. 51, D.Lgs. 81/2008).

Tra le novità introdotte nel T.U. dal D.Lgs. n. 106/2009, e precisamente nel nuovo comma 3-bis del citato art. 51, si ricorda la possibilità per tali organismi di svolgere direttamente attività di formazione, oltre che di promuoverla ma ciò, ovviamente, in relazione a quello specifico settore (quale quello manifatturiero, edile, ecc.) nel quale essi svolgono la loro attività e/o prestano la loro assistenza e nell'ambito territoriale nel quale è ubicata l'azienda alla quale è fornita assistenza.
Tanto premesso, saranno legittimati, ai sensi degli artt. 2 e 51 del T.U. citati, a svolgere le predette funzioni tutti gli organismi che abbiano le caratteristiche richieste dalla legge, senza che sia a tal uopo prevista o necessaria alcuna autorizzazione ministeriale.

Ministero del lavoro - FAQ - Organismi paritetici, art. 51, D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 (formato PDF, 10 kB).

url: http://www.puntosicuro.it/italian/index.php?VM=articolo&IA=9913

Fonte: Punto Sicuro

url Fonte: www.puntosicuro.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina