Pro e-volution Safety & Quality di Francesco Pasquariello

  • linkedin
  • facebook
  • youtube
  • twitter
Home » News » Coronavirus: firmato il nuovo DPCM 14 luglio 2020
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Coronavirus: firmato il nuovo DPCM 14 luglio 2020

le misure prorogate fino al 31 luglio e le novità

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il DPCM 14 luglio 2020 che proroga al 31 luglio 2020 le misure del Dpcm 11 giugno 2020.

Sono inoltre confermate e restano in vigore, sino a tale data, le disposizioni contenute nelle ordinanze del Ministro della salute 30 giugno 2020 e 9 luglio 2020.

Si segnala poi che gli allegati 9 e 15 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 giugno 2020 sono sostituiti dagli allegati 1 e 2 al presente decreto.

Con il DPCM 14 luglio 2020 viene confermato e prolungato:

• l'obbligo di indossare la mascherina in tutti i luoghi chiusi ma anche all'aperto in tutte le occasioni in cui non si possa rispettare il distanziamento sociale;
• il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro;
• il rispetto delle misure igieniche a partire dal lavaggio delle mani;
• il divieto di assembramento;
• l'applicazione della sanzione penale per chi viola la quarantena obbligatoria;
• il divieto di ingresso da alcuni Paesi extra Ue e la quarantena di 14 giorni, per tutti gli arrivi da Paesi extra europei;
• le misure di sicurezza straordinarie per le aziende, che vanno dalla sanificazione al rispetto di precisi protocolli di sicurezza e le iniziative di smart working se e quando possibile;
• la chiusura di discoteche e sale da ballo al chiuso, almeno fino al 31 luglio: attività di questo tipo potranno svolgersi solo ed esclusivamente all'aperto.

Alcune novità per chi viaggia in aereo:
• possibilità di caricare bagagli a mano nelle cappelliere degli aerei;
• l'obbligo di "custodire" in apposito contenitore monouso, consegnato dal vettore al momento dell'imbarco, gli indumenti personali da collocare anch'essi nelle cappelliere, "per evitare il contatto tra gli indumenti personali dei viaggiatori".

Chiedi informazioni Stampa la pagina