Pro e-volution Safety & Quality di Francesco Pasquariello

  • linkedin
  • facebook
  • youtube
  • twitter
Home » News » Fase 2: lo sport riparte in sicurezza
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Fase 2: lo sport riparte in sicurezza

Linee guida per attività sportiva di base e per gli sport di squadra

Ai sensi del DPCM del 17.05.2020 sono state emanate le linee guida per l'attività sportiva di base e per gli sport di squadra, elaborate dall'Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il supporto fornito rispettivamente dalla società Sport e Salute S.p.A., sentita la Federazione Medico Sportiva Italiana (FIMS), e dal CONI e dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP), sentite le Federazioni sportive nazionali, le Discipline Sportive e gli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI e dal CIP, nonché la FiMS.

Queste illustrano le indicazioni generali e le azioni di mitigazione necessarie ad accompagnare la graduale ripresa dello sport, nel rispetto di prioritarie esigenze di tutela della salute connesse al rischio di diffusione da Covid-19, e costituiscono il quadro di riferimento per le disposizioni regionali.

Le organizzazioni sportive, a seguito della valutazione del rischio con particolare riferimento all'ambiente sportivo e dell'adozione di adeguate misure di prevenzione e protezione per il contenimento del rischio stesso, hanno potuto riprendere la loro attività a partire dal 25 maggio 2020.

Nella nostra Regione, le regole dettate dal Governo sono state recepite dall'Ordinanza n.28 del 22 maggio 2020, con la quale viene ammessa la riapertura di palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, e altre strutture ove si svolgono attività dirette al benessere dell'individuo attraverso l'esercizio fisico, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a decorrere dalla data sopra indicata.

Nelle linee guida sono riportate:

Misure funzionali propedeutiche all'apertura del sito sportivo:
• pulizia e sanificazione dei luoghi e delle attrezzature nei siti sportivi;
• formazione a distanza del personale;
• realizzazione di segnaletica nel centro di entrata e uscita ben evidenziata;
• preparazione dei locali con percorsi differenziati;
• completa informazione per tutti coloro che intendono accedere a qualsiasi titolo al sito sportivo;
• predisposizione di piani di evacuazione che evitino aggregazione in caso di necessità o urgenza di lasciare i siti o loro parti (ad esempio, campi da gioco, siano essi indoor che outdoor).

Misure organizzative, procedurali, tecniche, comprese i trasporti:
• revisione organizzazione delle attività sportive/turni;
• distanziamento nei siti sportivi, e riduzione del numero di partecipanti;
• gestione entrata/uscita di operatori sportivi e accompagnatori di atleti minori;
• revisione layout e percorsi;
• buona gestione dei casi sintomatici;
• miglioramento prevenzione nel sistema dei trasporti;
• utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (DPI);
• attività di pulizia e sanificazione;
• supporto psicologico;
• tutela sanitaria in ambito sportivo e monitoraggio dei casi positivi.

All'interno del sito dovrà essere garantita la possibilità di rispettare le seguenti prescrizioni igieniche:
• lavarsi frequentemente le mani, anche attraverso appositi dispenser di gel disinfettanti;
• mantenere la distanza interpersonale minima di 1 mt in caso di assenza di attività fisica;
• mantenere la distanza interpersonale minima adeguata all'intensità dell'esercizio, comunque non inferiore a 2 mt;
• non toccarsi mai occhi, naso e bocca con le mani;
• starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie; se non si ha a disposizione un fazzoletto, starnutire nella piega interna del gomito;
• evitare di lasciare in luoghi condivisi con altri gli indumenti indossati per l'attività fisica, ma riporli in zaini o borse personali e, una volta rientrato a casa, lavarli separatamente dagli altri indumenti;
• bere sempre da bicchieri monouso o bottiglie personalizzate;
• gettare subito in appositi contenitori i fazzolettini di carta o altri materiali usati (ben sigillati).

In aggiunta, coloro che praticano l'attività, hanno l'obbligo:
• di disinfettare i propri effetti personali e di non condividerli (borracce, fazzoletti, attrezzi, ecc..);
• di arrivare nel sito già vestiti adeguatamente alla attività che andrà a svolgersi o in modo tale da utilizzare spazi comuni per cambiarsi e muniti di buste sigillanti per la raccolta di rifiuti potenzialmente infetti;
• di non toccare oggetti e segnaletica fissa.

Per ulteriori informazioni rimandiamo alla lettura delle Linee Guida (scarica qui sotto).

Inoltre è disponibile la locandina informativa (nel formato pdf) da utilizzare liberamente all'interno della propria struttura sportiva.

Chiedi informazioni Stampa la pagina