Pro e-volution Safety & Quality di Francesco Pasquariello

  • linkedin
  • facebook
  • youtube
  • twitter
Home » News » Viminale: nuclei di controllo misti nelle aziende che ripartono
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Viminale: nuclei di controllo misti nelle aziende che ripartono

Con circolare del 2 maggio 2020, il Ministero dell'Interno ha emanato disposizioni operative ai Prefetti per la verifica delle misure in vigore su tutto il territorio nazionale a partire dalla data odierna, lunedì 4 maggio 2020, previste con D.P.C.M del 26 aprile 2020.

In particolare, la circolare fornisce indicazioni sui controlli relativi alle attività produttive, industriali e commerciali, delle quali è stato ampliato il novero con l'art. 2 del D.P.C.M. del 26 aprile 2020.

Le aziende che possono proseguire il loro esercizio saranno sottoposte ad un regime di controlli teso a verificare la puntuale osservanza di tutte le misure di sicurezza, con particolare riguardo a quanto previsto nei protocolli di contrasto e contenimento del virus.

Saranno programmati specifici servizi di controllo, e a tal fine, potranno essere costituiti nuclei a composizione mista che prevedano l'apporto, in sede di verifica e accertamento, nell'ambito delle rispettive competenze, di personale delle articolazioni territoriali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, e del Comando Carabinieri per la tutela del lavoro, nonché delle Aziende Sanitarie Locali.

La violazione delle misure contenute nei protocolli di sicurezza, comporta l'applicazione del sistema sanzionatorio previsto dall'art. 4 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, che prevede sanzioni amministrative e pecuniarie, salvo che il fatto contestato costituisca reato. Si configura anche la possibilità da parte dell'organo procedente, già dall'atto dell'accertamento, di disporre la chiusura provvisoria dell'attività per una durata non superiore a cinque giorni.

Chiedi informazioni Stampa la pagina