Pro e-volution Srl

  • linkedin
  • facebook
  • youtube
  • twitter
Home » News » Coronavirus: al via controlli nelle aziende da parte di Gdf e Ispettorato del Lavoro
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Coronavirus: al via controlli nelle aziende da parte di Gdf e Ispettorato del Lavoro

I prefetti potranno avvalersi oltre del servizio svolto dalle Asl, anche della Guardia di Finanza e dell'Ispettorato del Lavoro per controllare se nelle aziende che hanno ripreso la produzione, questa risponde a quanto comunicato, se vengono osservate le precauzioni dettate per la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro, e se sussistono adeguati livelli di protezione dei lavoratori.

E' quanto prevede la circolare del Viminale, firmata dal Capo di Gabinetto Matteo Piantedosi, che fornisce indicazioni sull'applicazione del D.P.C.M. del 10 aprile, il quale ha disposto l'applicazione su tutto il territorio nazionale, dal 14 aprile al 3 maggio 2020, di misure urgenti di contenimento del contagio, sia di carattere generale sia finalizzate allo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali.

I controlli partiranno da subito. Nello specifico ai finanzieri è stato richiesto di verificare la veridicità del contenuto delle comunicazioni prodotte dalle aziende, ovvero di controllare che nelle fabbriche aperte si lavori effettivamente alla produzione di beni delle categorie autorizzate o comunque appartenenti alle varie filiere consentite. Lo svolgimento dei controlli avverrà a mezzo di disamine documentali, tramite le banche dati in uso e, ove necessario, con rilevamenti presso le sedi aziendali.

Gli ispettori del lavoro invece programmeranno una serie di sopralluoghi per verificare che all'interno dei locali dove si svolgono le attività, sia stato implementato il protocollo di sicurezza anticontagio e che siano rispettate le misure di sicurezza previste: sanificazione, distanziamento sociale, uso di prodotti igienizzanti, dispositivi di protezione individuale (DPI), mascherine, guanti e/o tute e camici monouso dove indicati, e possibilmente anche il controllo della temperatura per i dipendenti.

La circolare del ministero dell'Interno chiede inoltre ai prefetti di accelerare le istruttorie sulle richieste di autorizzazione a proseguire l'attività, presentate dalle aziende, in conformità al decreto Conte del 10 aprile, che introduce anche un'altra novità, rappresentata dal fatto che il Prefetto può disporre la sospensione dell'attività di un'impresa, sentito il Presidente della Regione.

Chiedi informazioni Stampa la pagina